Il giorno del ricordo

Sergio Mattarella, che non è uno di quelli che parla a ogni piè sospinto, ha rilasciato una dichiarazione per il Giorno del Ricordo. Fin qui nulla di strano, diciamo che è il suo lavoro. Però è interessante vedere che cosa ha scritto, a parte che «Esistono ancora piccole sacche di deprecabile negazionismo militante.»:

Si trattò di una sciagura nazionale alla quale i contemporanei non attribuirono – per superficialità o per calcolo – il dovuto rilievo. Questa penosa circostanza pesò ancor più sulle spalle dei profughi che conobbero nella loro Madrepatria, accanto a grandi solidarietà, anche comportamenti non isolati di incomprensione, indifferenza e persino di odiosa ostilità.

Io personalmente sono della scuola che vede nascere il giorno del Ricordo come una bieca contrapposizione di parte, e avrei preferito vedere una giornata più generale su tutti gli eccidi legati alla seconda guerra mondiale. Probabilmente sono utopista. Ma questo non significa che io neghi quello che è successo con le foibe. I primi a usare le foibe e fare pulizia etnica sono stati i fascisti? Vero. Gli infoibati sono stati “pochi”? (i corpi ritrovati, compresi quelli di soldati, sono alcune centinaia; le stime superiori parlano di alcune migliaia di uccisi) Irrilevante: se cominciamo a fare la classifica di chi è stato più cattivo non ci fermeremo mai. In fin dei conti, anche gli eccidi nazifascisti nacquero “per rappresaglia”… Bisogna avere la forza di dire che qualcosa è stato terribile, qualunque fossero le condizioni iniziali. Ma non è ancora una cosa che in Italia si possa fare.

2 comments

  1. D’accordissimo con te sull’ unificazione del ricordo per i caduti dei vari eccidi, da una parte e dall’altra: credo fermamente che sarebbe la cosa corretta da fare.
    Ora pero’ devo chiederti una cosa: secondo te, perche’ il giornale in cui scrivi ( Il Post) non ha pubblicato una riga che sia una, sulla giornata del ricordo?
    Come possiamo tentare di migliorare il clima sociale se da una parte ci sono quelli che hanno sempre ragione, che sono buoni e fanno sempre la cosa giusta e dall’ altra ci sono i fascisti, gli odiatori, ecc.. ?
    Si, lo so, sono un bastian contrario per natura :)

    • Su cosa scelga di fare il Post non ho la minima idea… Io sono notoriamente uno che va per la sua strada, più che un bastian contrario.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.