ah, i negozi di prossimità!

Tre mesi fa mi si è bruciata la lampadina G9 dello studio. Sono andato in un negozietto e mi hanno dato una lampadina per 5 euro. Questa lampadina si è fulminata venerdì sera, dopo tre mesi scarsi.

Beh, dopo avere acquistato quella lampadina sono andato da san Bezos e con 7,99 euro mi sono preso 10 di quelle lampadine. Vediamo quanto dureranno, ma credo comunque che ci guadagnerò.

5 comments

  1. Che ci guadagnerai non c’è dubbio (o meglio, avrai minori costi 🙂 …) solo che non capisco se stai raffrontando i prezzi “analogici” con quelli di Amazon – a che pro? – o se sono io a non afferrare il senso del post.

    • il punto è che mi sta bene che il negozietto di prossimità mi costi più di Amazon (cosa che non sempre è vera, ma non sottilizziamo); ma se poi mi becco materiale scadente allora non mi sta più bene.

      • Sono uno stordito…

        Nella mia gioventù lavorativa ho avuto un negozio di informatica che ha subito prima la concorrenza della GDO e poi dell’e-commerce. Non siamo (avevo un socio) mai scesi nell’arena del prezzo più basso ma cercavamo di offrire prodotti sempre con ottimo rapporto (qualità+post vendita)/prezzo pur essendo tentati di continuo o da rappresentanti con listini pieni di prodotti scrausi o dall’importazione diretta dai cinesi.
        Morale: fatta la prima scrematura di clienti “low budget”, quelli rimasti sono diventati ancora più fedeli ed il negozio è ancora lì, operativo come sempre (nel frattempo io sono emigrato però 🙂 )

  2. BIsogna dire che quelle lampade di marca costicchiano
    https://www.lighting.philips.it/consumer/p/led-capsule/8718696713389
    Ovviamente per chi come me passa dallo svincolo di Collegno ha una soluzione che unisce negozio di prossimità ed enorme multinazionale.
    https://www.ikea.com/it/it/catalog/products/90346554/
    (Ci vado a comprare le pile AA)

    Per il resto ti devo dire che come e-commerce ci sono anche altri siti più specifici che possono essere migliori. Primo fra tutti Mondadori, che spero sempre rifaccia la promo con i punti Carrefour, mentre per l’informatica io mi trovo molto meglio con e-price. La differenza è che con e-price capisci bene se compri da loro oppure loro fan solo da rappresentanti. Su Amazon diventa sempre più complicato.

    • Su Amazon c’è scritto “venduto da” che è quello che conta, anche se poi magari lo spedisce Amazon comunque.
      So bene che i prezzi non sono sempre competitivi, per esempio la lampada del bagno (di quelle con il vetro enorme) l’ho presa in un negozio di illuminazione pagandola forse anche un po’ di meno che in negozio. Ma sulla minuteria ha comunque un bel senso.