niente da fare… o forse sì

C’era già la lettera di dimissioni pronta. Ma niente da fare: appena ho provato ad alzarmi, mi si è riaperta la ferita. Adesso dicono di provare con una roba che non ho mica capito, un’iniezione strana…

E invece no. Per i vascolari non sta uscendo sangue, il bozzo che sento è colpa dei linfonodi che si sono un po’ incazzati, e per loro io posso uscire. (Ho il sospetto che conti anche il fatto che oggi tra pronto soccorso e subintensiva c’era il pienone). Insomma, esco.

3 comments

  1. Confessa.
    Che casini hai combinato durante il ricovero, per far sì che vogliano liberarsi di te a ogni costo?

    • Secondo mia moglie faccio troppe domande stile caterpillar. Il fatto è che io voglio capire, e non essendo un medico faccio correlazioni di tipo ben diverso dalle loro…

      • Ci sono due tipi di professionisti: quelli che apprezzano i “clienti” che fanno domande (sensate), e quelli che ne sono scocciati.

        Per esperienza personale i primi sono sempre competenti, i secondi praticamente sempre incompetenti.