anche prima di Musk, Twitter…

Da qualche tempo ho la possibilità di downvotare (come si può dire in una sola parola in italiano? disvotare?) i commenti ai post di Twitter. Non che lo faccia, anche perché non ne vedo il valore aggiunto. Ho scoperto però che ci sono le statistiche twitter… O almeno ci sono se pago per vedere i dati. Nulla di nuovo sotto il sole.

5 comments

  1. Giusto un paio di dettagli:
    * L’account “professionale” è gratuito.
    * Le statistiche di Twitter che puoi vedere non cambiano se hai un account professionale.
    * L’unico vantaggio di un account professionale è che se è l’account di una pizzeria puoi qualificarti come ristorante, mettere pubblicità etc

    • grazie delle info! Mi chiedo però cosa significhi allora “espandere la copertura” e come mai non si vedano quelle statistiche…

      (credo che vivrò anche senza saperlo, ma sono un curiosone)

      • “espandere la copertura” vuol dire: se dichiari di essere un ristorante, chi cerca un ristorante ti trova più facilmente. Nulla di grandioso a essere sincero.
        Le statistiche sono basilari (numero di persone a cui quel tweet è passato sullo schermo, numero di persone che ci hanno cliccato sopra ecc), ma le vedi tutte anche senza account professionale.

  2. Troppo brutto “attribuire un voto negativo”?
    Allora usa il latino: “pollice verso”.