4 comments

  1. Leggo il carnevale di ottobre con colpevolissimo ritardo solo oggi :-( ma volevo aggiungere solo un bit quando scrivi, parlando dei 153 pesci, che “Purtroppo però nessun esegeta ha un’idea del perché sia stato indicato un numero così preciso…”

    Ricordo distintamente le ragioni riportate da San Girolamo, più volte ripetutemi in parrocchia: ai tempi di Gesù erano conosciute esattamente 153 specie di pesci differenti, quindi quel 153 stava ad indicare la tonalità delle genti a cui gli apostoli si dovevano rivolgere (cioè tutto il mondo). Non so se sia vero che erano conosciute solo 153 specie di pesci, però mi era sempre piaciuto il ragionamento. Sant’Agostino faceva invece un ragionamento numerologico degno del dottor Matrix che però ho paura a ricercare

    • beh, quella di san Girolamo mi pare una classica explanatio ex post, a meno che non avesse tirato fuori l’elenco dei 153 tipi di “grossi pesci” conosciuti al tempo di Gesù.

      Per quanto riguarda invece Agostino, adesso che lo dici ho trovato http://utenti.quipo.it/base5/poetico/sagostino153p.htm che in effetti fa spicciar casa al Dr Matrix. Ma Agostino non era nuovo ai giochini numerologici: per esempio scrisse che la creazione era stata compiujta in sei giorni perché sei è un numero perfetto.