Quizzino della domenica: nascondere l’età

Mirella, la moglie del mio amico Aldo, non è certo anziana, anzi: è nata dopo la caduta del Muro di Berlino. Però ha già la civetteria di non voler dire la sua età. Esattamente un anno fa, il 14 marzo 2020, un comune amico le ha chiesto quanti anni avesse nel primo meeting Zoom dopo il lockdown. Lei ha risposto “Oh, ho solo un anno! Io festeggio il mio compleanno solo quando cade nel giorno giusto della settimana, e finora è capitato una sola volta…” In che giorno è nata Mirella?


14 marzo

(trovate un aiutino sul mio sito, alla pagina http://xmau.com/quizzini/p505.html; la risposta verrà postata lì il prossimo mercoledì. Problema da Hugo Steinhaus, One Hundred Problems in Elementary Mathematics, n. 53; immagine da freesvg.org)


5 comments

  1. riflessione a naso. In media una data capita nello stesso giorno della settimana una volta ogni sette anni. che ciò non capiti per oltre 20 anni è piuttosto “fuori media”. Se invece moltiplichiamo per quattro…

  2. Due pignolerie:
    il 14 marzo 2020 non eravamo “dopo il lockdown”, anzi il lockdown era appena iniziato!

    Cosa sarebbe “il giorno giusto della settimana”?
    (va beh, si capisce, però mi sembra un’espressione inadeguata per un matematto)

    Poi (accogliendo l’hint di enrico.delfini) posso aggiungere che il giorno di nascita di Mirella è compreso nell’anno 2536 del calendario buddista (cit. Wikipedia).

  3. …Uhm, chi è nato/a lunedì 1. marzo 2005, ha compiuto 16 anni proprio lunedì 1. marzo 2021, ma il solo giorno “giusto” di compleanno, precedente a quest’ultimo, è stato lunedì 1. marzo 2016 (a 11 anni), quindi fino al 2020 aveva potuto festeggiare un solo compleanno “giusto”, come riportato.

    Ora non mi tirate in ballo che, essendo sposata, Mirella dev’essere per forza maggiorenne: no, può semplicemente essere una “minore emancipata”, di 16 anni (e un tot di giorni, non ho idea quanti ne servano al giudice minorile per l’autorizzazione) https://it.wikipedia.org/wiki/Matrimonio_del_minore
    e comunque ci sono nazioni anche europee, in cui il matrimonio a 16 anni è consentito, senza obbligo di assenso del giudice https://en.wikipedia.org/wiki/Marriageable_age

    Però se la data di nascita non fosse il primo marzo, ma il giorno prima, tenendo conto del conteggio quadriennale come già suggerito, effettivamente sarebbe tutto meno complicato da spiegare :-)

    P.S.: il DPCM del lockdown generalizzato è di lunedì 9 marzo 2020, entrato in vigore il giorno dopo, e quindi un meeting su zoom, fatto nel primo sabato senza scampo, era abbastanza probabile (il nostro, se non sbaglio, s’era fatto di giovedì, tempo di organizzare il gruppo tramite gli altri social).

    • Allora, un attimo, ritratto tutto, anzi solo qualcosina :-)

      Chi è nato/a, per esempio, lunedì 1. marzo 2004 (correzione), ha compiuto 6 anni lunedì 1. marzo 2010, e poi ha compiuto 17 anni lunedì 1. marzo 2021, quindi è sempre minorenne, ma può sempre essersi sposato/a, con l’assenso del tribunale minorile (dei minori), oppure anche senza, come s’è detto, quindi il resto può andar bene :-)

  4. A me viene l’anno 2535 del calendario buddhista (pare ce ne sia piu’ di uno). Gli altri anni hanno cicli piu’ brevi e i Conway-compleanni sono piu’ frequenti.