Quizzino della domenica: dimensioni sbagliate

Per uno dei miei lavoretti faidatè dovevo riempire un buco di dimensioni 20×90 centimetri. Però avevo a disposizione solo una tavola di dimensioni 30×60. Qual è il minimo numero di parti in cui dovevo tagliarla per riempire il buco?


(un aiutino lo trovate sul mio sito, alla pagina http://xmau.com/quizzini/p458.html; la risposta verrà postata lì il prossimo mercoledì. Problema da Rob Eastaway e David Wells, Mindbenders and Brainteasers; immagine tratta da freepik.com.)


7 comments

  1. Secondo me, basta una lama di acciaio, munita di dentatura (4 lettere), due botte e via, senza tante (5 lettere, perché è plurale) mentali, e anche senza suggerimenti :-)

    Poi però va usata abbondante colla vinilica. Fatto?

  2. Io non sono molto bravo nel bricolage, quindi senza suggerimento dico che ritaglio un 20×60 e poi taglio il restante 10×60 in tre 10×20, che applico girati di 90 gradi

  3. …Appunto.

    Non so quanta attrezzatura abbia a disposizione l’autore del quesito (in origine o nel presente) e quanto sia provetto nell’utilizzarla (potrebbe averne la disponibilità solo occasionalmente, in effetti), ma fare tre tagli per dividere la tavola in due sole parti, e soprattutto quello necessario per separare al centro le due sezioni, non è semplice.

    Invece è molto più semplice effettuare due soli tagli dritti, per l’intera larghezza della tavola, per ottenere 3 pezzi uguali e unirli poi lungo i lati corti, esattamente come già è stato scritto.

    Tra l’altro i tagli fatti in questo modo si eseguono velocemente, senza attrezzatura particolare (e praticamente chiunque ci può riuscire), quindi per un lavoro simile è meglio rimanere su una soluzione che non rischi di rovinare troppo il materiale disponibile, anche se non rispetta esattamente i termini del quesito.

    :-)

    • Il commento precedente doveva essere accodato a quello di Mauro, (uno qualsiasi dei due scritti nel pomeriggio domenicale), e con cui condivido totalmente le valutazioni.

      Senza che ciò infici qualsiasi ulteriore esposizione delle rispettive opinioni, in qualsivoglia contesto, passato presente e futuro, beninteso.

      :-)

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.