A che serve Borgonzoni?

Non ci crederete, ma non ci vedo nulla di così strano se Lucia Bergonzoni, non essendo riuscita a diventare governatrice dell’Emilia-Romagna, se ne stia ben lontana dal consiglio regionale. È sempre stato così da che io mi ricordi, e la cosa è indipendente dal partito di appartenenza. Che Salvini poi dica “Lucia vorrebbe stare qui, io sono brutto, cattivo ed egoista, e quindi chiedo alle persone di darmi una mano laddove mi serve” non significa di nuovo nulla. Beh, no, di per sè è anche vero; ma è ovvio che lui scrive così perché la “gggente che si indinnia” scriva tanti post e gli dia tanta pubblicità.

Insomma nulla di che. È più interessante vedere che succederà con la querela a don Alberto Vigorelli

5 comments

  1. Salvini scrive così perché la tipa in questione non ha voglia di stare a Roma, cercando di forzarle la mano e nel contempo guadagnare consenso che male non fa. Insomma la cosa è al contrario secondo me…

    Molto diverso ma molto interessante il caso della querela. Purtroppo per lui i giudici locali competenti sono per la maggior parte in quota lega (io sono comasco NdA). Più sul pezzo il giornale locale in generale, per ovvi motivi: https://www.laprovinciadicomo.it/stories/premium/Cronaca/il-sacerdote-non-cambia-idea-ho-predicato-il-vangelo-don-alberto-salvini-nient_1341651_11/.

    • mi pareva che fino alla scorsa estate Borgonzoni se ne stava tranquillamente a Roma. Perché mai non vorrebbe più restarci?

      (per il giornale locale: non ho voglia di registrarmici)

      • Non lo so, ma è evidente a me che non lo vuole fare.

        Non mi sono mai registrato, quindi ci deve essere qualche cookie di mezzo. Cmq puoi fare come ho fatto io, alias, nella home page ricerca con “Don Vigorelli”.

        I miei 2 cent sul caso: credo si arriverà ad una mezza condanna nel senso che anche tenendo conto che il sacerdote suddetto sta sulle scatole a diversi (non per niente è parroco in una parrocchia “di frontiera”) dubito che il Vescovo permetterà di farsi mettere sotto così platealmente, anche se ha ricevuto telefonate di fuoco da Roma, giusto per non rimetterci la faccia. Per cui l’accordo di una condanna ma senza conseguenze effettive.

  2. Mau, non ci vedi nulla di strano se Bergonzoni, dopo avere giurato e spergiurato che non lo avrebbe fatto, rinuncia alla poltrona in consiglio regionale per restare in Senato?

    Mah, effettivamente forse neanch’io…