GPS, ma non quello che pensate

Oggi sono passato in piazza Duomo a comprare una cartolina di Milano in un chiosco (don’t ask). Per pura curiosità ho chiesto se aveva anche un francobollo e mi è stato detto di no, che però se volevo aveva quello da 1 euro e 30 per il “servizio postale alternativo” GPS, servizio tra l’altro ampiamente pubblicizzato nella busta dove mi hanno messo la cartolina.

Ho così scoperto che GPS in questo caso sta per Globe Postal Service, un servizio privato che a dispetto del nome è italianissimo. Bene, direte, è il libero mercato. Sicuramente rispetto a PosteItaliane sarà efficientissimo! Può darsi. Però le loro FAQ – che sul mio PC si vedono scritte in inglese nonostante sia indicata la lingua… – assicurano che nell’85% dei casi la tua cartolina arriverà entro… 13 giorni. Mica male, no?

(PS: Ah, ho provato a cercare un francobollo nel tabaccaio dove già non ero riuscito a farmi stampare la bolla di reso e mi è stato risposto che giammai loro tengono di quella robaccia. Ho capito che siete oramai un posto per mangiare, ma allora smettete di tenere anche sigarette!)

3 comments

  1. Lignano Sabbiadoro, giugno 2019, stesso problema. Il chiosco non aveva il francobollo per le cartoline (ben 3) che avevo appena scelto ed il titolare mi propone una posta privata alternativa, 1,50 € e ti passa la paura.

    Risultato? Le cartoline sono arrivate in Puglia dopo 11 giorni e, sorpresona, avevano il timbro di Poste Italiane! Non ho indagato oltre, non me ne importa nulla, ma ho come l’impressione che il tizio del chiosco abbia spedito personalmente le cartoline e recuperato i francobolli (blandamente adesivi) intascando una “commissione” di 40 c€ per cartolina.

    • non è detto. Leggendo tra le righe, pare che GPS usi i servizi di PosteItaliane :-)