CasaPound e Forza Nuova oscurate

Ho dei dubbi sulla decisione di Facebok di cancellare i profili di CasaPound, Forza Nuova e dei rappresentanti di questi movimenti. No, il problema non è se Facebook abbia o no il diritto di farlo (presumo di sì). Non è nemmeno un problema di libertà di espressione, che come ogni diritto non è assoluto e ha dei paletti ben precisi, checché ne dica Di Stefano (ma è abitudine di certa destra invocare le leggi solo quando fanno comodo a loro).

Il problema per me è un altro. Facebook si è accorta solo ieri che tutti quei profili incitavano all’odio? Ho dei forti dubbi al riguardo. Aveva avvisato tutti quei profili del loro comportamento, cancellando inizialmente vari post prima di passare all’opzione nucleare? Scommetto di no. Bene. Se ci fosse stato uno stillicidio di cancellazioni e blocchi sarei stato felice di vedere che finalmente Zuckerberg metteva in pratica quello che predicava: così invece ha solo dato aria al chiagn’e’fott. Non mi pare proprio un grande risultato.

5 comments

  1. Esatto: il problema è che Pirlabook chiude la stalla dopo che tutto il bestiame è scappato. Sono anni che le pagine di quelle forze estremiste e dei loro appartenenti vengono segnalate – ma Pirlabook non ha mai fatto niente a riguardo; mentre se pubblichi anche solo una foto mezza sfocata di una donna seminuda sei bannato a vita. Puah. Lieto di non avere profili su Pirlabook.

  2. FB è una impresa che come tutte massimizza il profitto. Anche le pagine di Forza Nuova fanno macinare profitti, e si bloccano se e solo se la perdita indotta è maggiore del guadagno.

    Per il più o meno porno è lo stesso: molti inserzionisti non vogliono il loro prodotto associato a roba di un certo tipo, ed il massimo guadagno lo si raggiunge con portali dedicati (youporn) o generalisti come FB, ma non intermixed.

    Nota: è relativamente facile fare un software che fa detection di donne nude in automatico, molto meno fare un bot dell’hate speech.
    Nota2: lo scan delle donine nude viene fatto *solo* per i post pubblici: la chat private di ragazzine son piene di foto/video più o meno svestiti e non bannati.

    • le chat private di ragazzine son piene di foto/video più o meno svestiti e non bannati.

      E tu come fai a saperlo?
      (comunque un bot dell’hate speech non è così difficile, in realtà)

      • Ah per il bot, il numero di falsi positivi di un bot anti hate speech è mooolto più alte di quello delle donnine, parliamo di diversi ordini di grandezza.