Savoini e Bibbiano

Per me è sempre difficile capire cosa pensa davvero la gggente: la mia bolla è molto schierata e ho imparato da un pezzo che non ha molto a che fare con quello che succede là fuori. Però ho il sospetto che la faccenda Savoini sia il primo momento in cui Salvini si trovi un po’ in difficoltà. Credo che il suo errore sia stato quello di disconoscere il suo sodale, senza pensare che anche se un po’ in ombra era comunque sempre presente. Capisco che non si sia fidato di scaricarlo subito, dandogli del mariuolo; ma venticinque anni non sono passati invano per la capacità di trovare fonti in rete che hanno sbugiardato il Capitano. Anche mostrare in diretta Facebook la busta con proiettile dentro è un simbolo di debolezza: sono pronto a scommettere che gliene arrivino tre o quattro la settimana, solo che se le tiene da parte per i momenti peggiori in cui serve un’arma di distrazione di massa.

Fosse solo stato quello, però, non sarei ancora stato convinto del tutto. Quello che mi ha convinto è il riciccio della battaglia sulle presunte violenze sui bambini a Bibbiano. A parte le urla di Mario Giordano davanti alla telecamera, vorrei segnalare questo tweet di Francesco Amodeo:

Non me ne frega un c***** dei #rubli dalla #Russia. La magistratura farà il suo corso.
Ma riportate immediatamente i fatti di #Bibbiano in prima pagina.

Io non so chi sia Amodeo. Leggo dal suo profilo Twitter “Giornalista Pubblicista. Scrittore. Autore dei libri/inchiesta: Azzannate Le Iene e La Matrix Europea sui legami tra politici italiani e Cartello finanziario.” e tanto mi deve bastare. Ora, rileggete quel tweet. Perché per i rubli russi bisogna lasciar fare il suo corso alla magistratura e per Bibbiano no? Personalmente sono convinto che proprio per la delicatezza dell’inchiesta che tocca dei minori è di gran lunga meglio che non se ne parli sui giornali almeno fino al processo… a meno naturalmente che qualcuno non speri di aumentare le copie vendute, perché si sa che la gggente di cui sopra brama questo tipo di gossip, oppure a meno che qualcuno speri di sviare volontariamente l’attenzione in questo modo bieco. (tra l’altro, qui lo dico pubblicamente: sono pronto a scommettere che le violenze a Bibbiano alla fine spariranno dal processo e ci si limiterà ai soldi presi illecitamente).

Ecco: un fuoco di fila di questo tipo a me fa pensare a una campagna ben orchestrata. Voi che ne pensate?

8 comments

  1. Chiunque ha fatto la registrazione audio non era certo una comparsa, e chi era in contatto con lui è sicuramente gente potente, molto potente.

    Quel che non ho capito è chi, visto che Trump è amicone, ed in Germania sono degli inetti, forse i francesi. In ogni caso ha passato una sottile linea rossa per qualcuno, e deve pagare dazio. Non solo è in difficoltà, ma penso anche che ne sentiremo altre, a meno che il Nostro non faccia quello che deve fare per andare dietro la linea famosa (e lui lo sa benissimo cosa deve fare, non temete).

    • Che Trump sia amicone non so. Quando Salvini è andato negli States, ovviamente ha incontrato Pence (il vicePresConsMin parla ufficialmente con il vicepresident, è l’abc della diplomazia). Ma un tweet Trump non lo nega a nessuno, e almeno io non me ne sono accorto…

      • Tempo fa aveva pubblicamente elogiato iniziative leghiste, poi si sa è molto umorale e cambia idea facilmente. Senza contare che internamente di nemici ne ha parecchi. Non lo sapremo mai, come tante altre cose.

        Certo è che stavolta Prezzemolino dovrà tirare fuori qualcosa oltre alle felpe su FB, non solo perché fa caldo.

  2. Quoto,

    https://www.giornalettismo.com/rignano-flaminio-la-scuola-degli-orrori-che-non-lo-era/

    Su queste storio è comunque utile che le indagini si facciano in riservatezza e con attenzione come tu dici. Io mi ricordo il caso di Rignano Flaminio, in cui alla fine vennero tutti assolti.

    Sono d’accordo che sono queste storie che la ggente vuole sentire, o meglio viene abituata a sentire ed a vedere stuoli di persone urlanti davanti alle telecamere in cui diventa impossibile seguire un’argomentazione.

    • Tu ti ricordi il caso di Rignano Flaminio, mi piacerebbe fare una statistica di quanti se lo ricordano ancora e quanti sanno come è finita realmente. Purtroppo questi fatti servono solo ad essere spesi in fretta in TV per creare indignazione e audience, appurare la verità ed eventualmente correggere le storture che portano a queste cose interessa molto meno. MOLTO meno.

  3. Mah, a me non pare una campagna ben orchestrata ma abbastanza sgangherata (perà o visto anche io il “invece di parlare di x, y”). Tra l’altro non pensavo neanche che il tema russi fosse molto sentito, ma prob. è perché ho ancora meno idea di cosa “pensi” il popolaccio.

    Sull’altra questione citata direi che si nota una paziente attenzione ad evitare il vero problema: il potere di fatto assegnato ad una certa professione (spessissimo esercitata malissimo da laureati a forza di crediti formativi e concorsi facilitati) richiederebbe una seria attenzione da parte di un ipotetico legislatore capace ed innovatore.
    Vabbé, meglio limitarsi alla cronaca spicciola di un singolo caso.

  4. Concordo con la seconda parte del commento precedente, quella riguardante il vero problema che forse è l’eccessivo potere dato agli assistenti sociali. Da quello che ho capito forse è l’unica cosa vera che emerge da questo caso, il resto sembra siano solo invenzioni.
    Peraltro devo dirmi d’accordo con Mau, io ho notato su fb un accanimento e una ripetitività da parte di un paio di miei contatti che ho trovato sospetto. Poi oggi ho letto che qui in Friuli sono stati affissi diversi striscioni che indirettamente accusano il pd dei fatti di Bibbiiano. A questo punto non ho dubbi che si tratti di una campagna organizzata.