I terroristi di Christchurch

Il viaggio di nozze con Anna partì da Christchurch. Occhei, non mi ricordo molto della città perché ero fuso dal fuso. Quel poco che ricordo era una cittadina che – nonostante fosse pomposamente denominata la capitale dell’Isola del Sud – era sonnacchiosa. Ma stiamo parlando di una nazione dove ci sono dieci pecore per abitante e in cui un terzo della scarsissima popolazione vive nella conurbazione di Auckland.
Sono passati 15 anni, d’accordo, però leggere della strage terroristica contro due moschee mi fa accaponare la pelle. Non è solo l’odio per “l’altro” che si vede: è proprio la volontà di dimostrare di essere loro la maggioranza, cooptando tutti i “resistenti per la libertà” – a parte il Luca Traini de noantri, nomi come quelli di Sebastiano Venier e Novak Vujošević (della battaglia di Fundina), per non parlare di Carlo Martello (che ritorna dalla battaglia di Poitiers). Non fossero i musulmani sarebbe qualcun altro.

6 comments

  1. Ach, e ora i giornali non potranno evitare di parlare del sostegno logistico/culturale che Wikipedia ha fornito a questi assassini!

    • in realtà Wikipedia non parla di Vujošević, o almeno io non sono riuscito a trovare nulla :-(

    • che ho citato nel post. Però stai presupponendo che i nostri giornalisti leggano wikipedia in inglese.

      (in compenso Google è convinto che il tuo sito sia pericoloso e quindi me lo segnala)

  2. No, presuppongo che i giornalisti (esteri) si rendano conto che gli assassini hanno ricavato da Wikipedia le storie e i nomi da scrivere sulle armi (compreso il numero, che credevo girasse solo nei forum dei nazisti dell’illinois e tra quelli che vogliono evitare il 13 anche quando non hanno altre cose da contare e invece c’è ben spiegato su Wikipedia en).

    (Boh? A me non segnala nulla, tanto più che il sito è da loro e se non gli piace lo cancellano)