C’è gente molto maleducata

Anche oggi la mia grande azienda mi ha lasciato a casa. Sono qui a fare editing nel manoscritto di mio nipote, quando squilla il telefono fisso, dal numero 0219956388. Ben sapendo cosa sarebbe successo, alzo il telefono e sento in sottofondo il solito call center. Poi arriva una voce maschile. Ecco la conversazione avvenuta.

(voce) Pronto?
(io) Pronto.
(voce) Parlo con Maurizio Codogno?
(io) Sono Maurizio Codogno. [Nota per chi è arrivato per caso a leggere questo post: mai rispondere “sì”. Non si sa mai come la telefonata possa essere tagliuzzata]
(voce) La chiamo per la sua linea Telecom….
(io) Scusi, lo sa che sono un dipendente Telecom?
(suono di occupato)

Ora, già io ho poca stima di chi lavora in questi call center per cercare di spillare soldi agli ignari utenti. Ma non ho nessuna stima di chi butta giù così le chiamate nell’illusoria speranza di guadagnare dieci secondi (dire la classica bugia “oh, mi scusi, i nostri sistemi devono avere dei dati errati” non costa molto più tempo) per fare prima la chiamata successiva.

Come nota a latere, sarebbe molto interessante sapere come quel call center sappia che il mio numero di casa è intestato a me, visto che il mio numero non è in elenco. Tanto per dire, mentre stavo scrivendo ha chiamato un’altra persona che mi ha chiesto se ero il signor XXX (quello che esce fuori da una ricerca con il mio numero) e ha continuato con “quindi non abita nemmeno in via YYY” (come sopra). Non so se volesse vendere qualcosa oppure no – propendo per la seconda ipotesi – ma appunto la conversazione è stata tranquilla.

3 comments