Siamo tutti europei, vero?

Oggi è il 9 maggio. Si festeggerebbe la Festa dell’Unione Europea, in ricordo della dichiarazione Schuman che sancì l’inizio del processo che portò prima alla CECA, poi alla CEE e infine alla UE.
Il condizionale è dovuto: io non mi sono accorto assolutamente di nulla leggendo il giornale, e se non fosse che conosco la data per le mie passate frequentazioni bruxellesi non avrei certo potuto saperlo. D’accordo, c’è la fregatura che non è un giorno di festa, non si può fare il ponte e quindi per l’italiano medio la cosa è assolutamente trasparente. Però i nostri partiti politici sono a parole tutti europeisti, tranne Lega e Comunisti-puri-e-duri (non chiedetemi il nome dell’ultima scissione a sinistra: sono insomma la parte rimasta di Rifondazione Comunista con qualcuno dei Comunisti Italiani). Avremo anche le elezioni per l’Europarlamento tra meno di un mese. Parlare un pochino dell’Europa fa così schifo?
Aggiornamento: (19:45) A Torino oggi c’era una Festa per l’Europa organizzata dal PdL. Meno male che Silvio c’è?

3 comments