Un asteroide ci seppellirà

Lo spot del Buondì Motta, con la bambina che recita una mielosa formula pubblicitaria e la sua mamma che la prende in giro e viene “punita” da un asteroide a forma di Buondì che l’annienta (vedetevi Artribune oppure Livecode se non ne avevate sentito parlare) sembra avere sbancato le discussioni in rete, superando persino gli sbarchi di migranti economici e no, e i pipponi su settembre = vero inizio dell’anno.

Mi chiedo solo come sia stato possibile arrivare a questo livello di odio per uno spot. L’avverarsi alla lettera di un’iperbole è una tecnica vecchissima, e non è che si possa sempre diventare dei Babbo Natale…

(una cosa che io non avrei invece voluto sapere è l’esistenza dei gruppi Facebook di mamme-pancine)

9 comments

    • So che ha un seguito, ma confesso di non avere visto neppure l’originale: ne ho solo letto in giro 🙂

  1. I webeti affetti da leonite da tastiera seppelliscono TUTTO. Uno spot pubblicitario orrendo come qualunque altro spot pubblicitario esistente? Seppellito. Un videogioco piacevole ma con un piccolissimo difetto di fabbrica? Seppellito. Un articolo magari sensato ma che i webeti non hanno capito? Seppellito. Ormai non c’è più nulla che si salvi dalla furia dei webeti: ogni singolo individuo, ogni singola cosa, quando vengono presi di mira da un troll che pensa bene di viralizzare la questione hanno finito di vivere tranquilli. La leonite da tastiera sta distruggendo il mondo, alimentando odio, guerre tra poveri, miseria, polemiche a non finire su ogni minimo dettaglio, solo perché ormai il 99,9% della popolazione mondiale è costituita di analfabeti funzionali, che non leggono niente perché costa troppa fatica ma sprecano miliardate di battute per pubblicare le loro stronzate. L’attacco a quello spot non è che un segno dei tempi e indica chiaramente che l’umanità ormai è finita.

    • ” è che un segno dei tempi e indica chiaramente che l’umanità ormai è finita.”

      Come i dinosauri! A causa di un asteroide! 🙂

      Mah, credo che la mancanza sempre più diffusa di senso dell’umorismo sia ben spiegabile ma che non dipenda tanto dalla rete quanto dal progressivo sviluppo della “persona che è la metà di tutto” tanto gradita agli psicologi USA e, quindi, europei.

  2. Non sapevo cosa fossero le mamme-pancine prima di questo post, mannaggia a te! Però di buono ho scoperto il blog del Signor Distruggere che, con la più tipica verve campana descrive le nuove mamme e tutte le loro fisime.

    Tra l’altro le mamme-pancine mangia-lattematerno-e-placenta sono le candidate perfette per realizzare quanto previsto da Elio e Le Storie Tese in questo pezzo:

  3. BwaHaHaHà!… le pancine comandano il mondo! Altro che Massoneria!

    Ma non temere: Distruggere ha un sacco di seguito tra le mamme e i papà con buon senso. Non siamo soli nell’universo.

    (Che poi non si capisce se sia nato prima il “Mammine Pancine” o il “Signor Distruggere”… probabilmente il termine l’ha coniato lui. In effetti, era necessario.)

  4. A me ha ricordato molto le pubblicità di Avanzi della “Fabbrichetta Bianca”.
    Dovevano farla chiamando Maurizio Crozza e Carla Signoris. Sarebbe stata il massimo.