Scalfari e le percentuali

Lo so, parlare male dei nonagenari non è bello: ma nessuno impone a Eugenio Scalfari di scrivere ogni domenica la sua articolessa su Repubblica. Gennaro mi segnala la chicca sul suo editoriale di ieri. Ovviamente non mi interessa parlare delle sue previsioni elettorali – io in genere le sbaglio molto di più, per esempio avevo pensato a una differenza tra Pd e M5S di tre-quattro punti percentuali – ma delle sue conoscenze matematiche. Secondo il barbuto fondatore del quotidiano romano, infatti,

Gli ultimi sondaggi segnalano circa il 40 per cento di probabili astenuti. Sommati ai voti che presuntivamente prenderanno i Cinque Stelle si arriva al 60 per cento. E sommati al populismo di Berlusconi, che dopo vent’anni di malgoverno spera ancora in un 20 per cento di allocchi che lo votino, siamo all’80 per cento del popolo sovrano che, se abboccherà a queste manipolazioni, rinuncerà ad utilizzare la propria sovranità.

Peccato che ovviamente non si possano sommare le percentuali di voto ai partiti (che sono calcolate sui voti validi, quindi su chi ha votato e non ha lasciato la scheda bianca né l’ha annullata) con quella di astensione. Se insomma secondo Scalfari M5S e FI avessero preso il 20% dei voti, questo corrisponderebbe al 12% del corpo elettorale; quindi la somma sarebbe stata il 64%, qualunque cosa ciò significhi. D’altra parte, come Gennaro fa notare, con i conti scalfariani sarebbe restato un 20%: togliendo il 6% della Lega e un 10% per Tsipras, NCD e altri rimasugli, il PD avrebbe solo il 4% dell’elettorato…
Calcoli di questo tipo me li aspetto dal facebookaro medio, non certo su uno dei due quotidiani più venduti in Italia. No, meglio: me li aspetto anche lì, ma non vorrei proprio vederli.

[la rete non dimentica] Post Scriptum: il facebookare modio di cui sopra ha cancellato il suo post. Peccato che mi fossi premunito di salvarlo, in ottemperanza all’aurea norma TRASPARENZA INNANZI TUTTO!!!1!!!11! che ci viene ricordato a ogni piè sospinto.

5 comments

  1. Probabilmente anche il vecchio saggio ha preso i numeri da Facebook 🙂

  2. Pingback: le percentuali scalfariane… » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti

    • con un’extension di firefox, Pixlr Grabber, che crea un context menu per recuperare il testo. Di una comodità unica per queste cose 🙂