La più grande invenzione dopo la ruota

Credo che come buona parte di voi io abbia il superpotere di aprire una confezione di medicinali dalla parte del bugiardino. A volte mi sono chiesto se sia un modo per vedere se i pazienti sono davvero pazienti. Bene: per qualche mese ho dovuto prendere il Frequil, un antiaritmico (no, non mi è servito a nulla e adesso provo un’altra molecola): come potete vedere dalla foto la scatola ha una freccetta in basso a destra che indica il lato dove aprire la confezione per non avere tra i piedi il bugiardino. Un piccolo passo per Big Pharma, un balzo enorme per l’umanità!

6 pensieri su “La più grande invenzione dopo la ruota

  1. Silvia

    Geniale! (Ieri ho aperto ben due confezioni di antistaminici dalla parte del bugiardino. E una poi ho scoperto l’avevo già aperta e usata, ma non riportava segni. Come avrò fatto?)

    Rispondi
  2. Bubbo Bubboni

    Uh, ma io credevo che la parte del bugiardino fosse quella giusta!
    Capisco se conosci già il farmaco, ma altrimenti evitare di capire le istruzioni di un farmaco prescritto da un medico o venduto da un farmacista può essere poco salutare! (evito esempi per ovvi motivi)

    Inoltre spesso mi diletto a ripiegare il bugiardino dopo averlo ben disteso. E’ un puzzle economico e divertente, con un livello di difficoltà medio di 3/5!

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.