Gianfranco D’Angelo

Sarà che avevo 25 anni ai tempi, ma io sono fiero di essere della generazione rovinata dal Drive In. Quindi non posso che essere triste per la morte di Gianfranco D’Angelo. È stato uno sperperone, leggo: ma i personaggi degli anni ’80, dalla Carrà con le sue taumaturgiche lagrime a Piero D’Angelo e il fantastico mondo di Quirk Quork Quark, da Giovanni “John” Spadolini al Tenerone, oltre naturalmente al secondo più famoso signor Armando possessore di cane. Le sue saranno state battute facili e un po’ grevi, anche se al confronto di oggi sembrano da educande, ma restano un ricordo della mia gioventù.

5 comments

  1. Ovviamente il pezzo sul Messaggero è un copia e incolla dall’articolo sulla Wikipedia.

    • Manco l’avevo notato… mi serviva un riferimento alla morte, il resto lo conoscevo già!

      • Sì, certo, era solo per dire che sono al di sotto dello scolaro che copia, ma cambia quel tanto perché non sia palese.