gli amiconi di Confindustria

Chi mi legge lo sa. Sono convinto che il personale sanitario a contatto con i pazienti dovrebbe avere l’obbligo di vaccinarsi, essendo a contatto con persone deboli e facendo una professione che richiede questo contatto. Ma da qui a dire, come fa Confindustria, che anche nel privato chi non vuole vaccinarsi possa venire demansionato o direttamente lasciato a casa – senza stipendio, claro – è troppo. A me viene da pensare che in questo modo i datori di lavoro possano risparmiare sulle misure di contenimento, ovviamente sulle spalle dei lavoratori…

5 comments

  1. Il datore di lavoro ha l’obbligo di fornire un luogo di lavoro sicuro al lavoratore.
    La tutela della salute è prioritaria rispetto alla tutela dello stipendio.
    Il datore di lavoro ha l’obbligo di usare il meglio della tecnologia per assicurare la sicurezza del lavoratore (la protezione del vaccino è quella che è, ma è superiore a quella della mascherina genericamente utilizzata).
    Capirai che problema è il costo della mascherina nel momento in cui fabbriche intere sono chiuse (UK=800 lavoratori in isolamento) / lavoratori e datori di lavoro sono già a guardare i fiori dalla parte delle radici / l’invalidità da long-covid non è conteggiata dagli stati ma qualcuno ci fa i conti tutti i giorni!

    Ciò premesso e fermo restando che la disponibilità di vaccini non risolve il problema, mi pare che le attuali leggi siano a favore della posizione di confindustria e che nessuno abbia intenzione di fare leggi diverse.

    • io a dire il vero non pensavo affatto al costo della mascherina, quanto al risparmio sul costo del lavoro se hai meno persone che lavorano e non hai nemmeno dovuto formalmente licenziarle.

      • Beh, una volta il personale serviva… non c’è poi un gran beneficio se il personale è malato / invalido / in isolamento perché i figli sono malati / in tribunale perché il datore di lavoro non ha tutelato la salute / ecc. ecc.
        A giudicare dai dati, ie riduzioni del personale e le chiusure integrali non sono certo un ostacolo che va aggirato con chissà che artifici!

  2. Potrebbe avere un senso in certi contesti lavorativi, ma non orizzontalmente a qualsiasi mansione lavorativa. Per dire, un impianto industriale con linee di produzione dove non puoi facilmente spostare le macchine o non lo puoi fare del tutto, richiedere il green pass ha il suo perché. In un ufficio dove molti fanno telelavoro, no.

  3. Le misure di contenimento non sono solo le mascherine ma anche pulizia e disinfezione aumentate, spazi maggiori per i lavoratori, ricambio d’aria maggiore, termoscanner etc. Sono tutte spese per evitare che poi chi si ammala ti porti in tribunale con l’accusa di averlo fatto ammalare.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.