Sharper Night – Pavia 2019

Venerdì scorso si è tenuta la Notte Europea dei Ricercatori. Tra le varie iniziative correlate, in alcune città d’italia si è tenuta Sharper Night, che se non ho capito male è fortemente voluta dall’INFN. Quest’anno ho pensato di far saltare mezza giornata di scuola ai gemelli e portarli a Pavia, la città lombarda che la ospitava, dopo aver visto che era adatta ai bambini.

Devo dire che nonostante le resistenze iniziali – soprattutto per il dover camminare dalla stazione di Pavia al Castello, compreso il mio avere sbagliato strada… – il risultato finale è stato un successone, tanto che ho fatto fatica a riportarli a casa. In tre ore avranno visto metà degli stand, con un bombardamento di informazioni di cui non so quanto sarà rimasto loro in testa: bisogna però dire che ricercatori, universitari, studenti liceali e semplici appassionati hanno fatto tantissimo per mostrare quante cose si possono fare se si studia la scienza. E gli sponsor hanno anche fatto tantissimo per fornire gadget che sicuramente sono stati apprezzati dai miei bambini e spero siano serviti per appiccicare un po’ più di nozioni nelle loro testoline. Io personalmente ho salutato il mio amico Adam Atkinson che era in trasferta per aiutare Daniele Aurelio nello stand di MathsJam, e ho finalmente visto dal vivo il Centro Meteo Lombardo, compreso l’estensore dei bollettini :-) Diciamo che mi è quasi venuta voglia di partecipare anch’io, ma so già di essere troppo pigro per riuscire a stare una giornata intera a spiegare cose…

One comment

  1. Mia moglie faceva la volontaria allo stand della facoltà di Matematica (e apportando un suo ricercatore come “volontario” :-)) nella iniziativa equivalente di Milano (ed ho portato i bimbi là, ovviamente).
    Più o meno il risultato è lo stesso: incoraggiante!