l’inno di Papeete

Fossi stato un direttore di giornale, la notizia del VicePresConsMin che fa il deejay con l’inno di Mameli e balla con le cubiste sarebbe giusto stato un trafiletto di cronaca, soprattutto senza foto (occhei, siamo in estate, capisco che il maschio italiano voglia vedere carne femminile, ma allora fate la foto solo alle cubiste). L’importanza della “notizia” era infima e il vilipendio nullo, e poi vuoi vedere che magari qualcuno finalmente impara le parole.

A me ha dato molto più fastidio la conferenza stampa al Papeete. Se fai una conferenza stampa sei nel tuo ruolo ufficiale, e allora mi fai il favore di andare in prefettura (anche senza giacca e cravatta, tranquillo).

Comments are closed.