Facebook, Messenger, Android

Io ho tolto da un pezzo l’app di Facebook dal mio furbofono, guadagnandone molto in termini di durata della batteria. Questo significa che se sono in giro accedo a Facebook usando il browser: c’è qualche problema con i BOFH del proxy aziendale (hanno deciso che l’acceleratore h.facebook.com è compromesso e me l’hanno anche ripetuto per iscritto, quindi ogni poco il sito è irraggiungibile) ma con qualche trucchetto sfango anche quello (basta partire dalla pagina delle notifiche che non viene accelerata).

Ora però le cose cambieranno: come già del resto succede nell’app, anche da web mobile Zuckerberg disabiliterà l’accesso ai messaggi personali, intimandoti di usare l’apposita app, cioè Messenger. Messenger che si direbbe spinta più di Google+, il che è tutto detto.

Cambieranno? Beh, sì. Io mi rifiuto di installare Messenger. Pertanto non leggerò i messaggi privati su Facebook finché non sarò davanti a un desktop. Avrò insomma un’estate più tranquilla.

6 comments

  1. Uso FB solo per due cose e la cosa che mi colpisce sempre è questa ansia di non farti mai uscire dal suo recinto e se ne sei fuori questa ansia di portarti dentro, come il popup che ti oscura il post se non entri. A me un simile approccio allontana, non avvicina. Non è controproducente?

    • ma quella è la logica di FB (e quella che piacerebbe a Google): tu non esci dal *mio* giardinetto, in modo che io posso raccogliere quanti più dati possibile su di te.

    • @S.: m.facebook.com è il sito con l’interfaccia mobile. Da quello che ho capito, h.facebook.com serve per il prefetch delle informazioni standard uguali per tutti, ma potrei sbagliarmi. Sicuramente è chiamata da m.facebook.com.

  2. Come diavolo si fa a levarsi l’app dai cosi? Viene considerata come fosse parte del sistema operativo e quindi non disinstallabile.