Missing in inaction

Il premier ungherese Orbán e Matteo Salvini hanno parlato in prefettura a Milano perché l’incontro era ufficiale e non una visita tra amici, dicono. Qualcuno si era ricordato di avvisare il “vero” omologo di Orbán, il povero Peppino Conte?

Leoni da microfono

È ovvio che in tantissimi abbiano manifestato solidarietà alla capotreno che ha annunciato “zingari, avete rotto i coglioni”. È una di loro: la frase l’ha pronunciata dietro un microfono, mentre se ne stava al sicuro.

Prezzolatori

Con la storia del blocco di Wikipedia, in tanti hanno scritto insinuando che siamo stati pagati da Google per diffondere falsità. Evidentemente nel mio caso devono avere mandato i soldi al mio omonimo che ha la voce nell’enciclopedia.