Attacco via querela fasulla

studiogargani Oggi sta girando il messaggio che si vede cliccando nel riquadro qui a fianco (non temete, è un PNG, danni non fa).
Ora, immagino che solo un analfabeta elettronico può cliccare su un documento che è indirizzato a un generico “Sig. / Sig.ra”, e probabilmente questo analfabeta elettronico si prenderà un ransomware – almeno il file che apre ha come nome 29328841cb0f9fd7164411d6d5d1efd0.pdf. (Ah: ho scoperto solo ora che gmail NON mostra passando sopra il mouse su un link dove veniamo mandati, ma aggiunge un parametro data-saferedirecturl che è quello del primo link, che poi probabilmente dirigerà sul secondo).

Quello che mi stupisce è che l’anonimo phisher ha usato il nome e il numero di telefono di un studio legale davvero esistente (il fax è invece di un’officina salernitana). Chissà se per una volta si potrà sperare in un’iniziativa dell’Escopost. È vero che il messaggio è stato spedito da un server giapponese, ma chissà…

2 comments

  1. Beh, vedendo l’andazzo (e il sempre valido Pinocchio) il fatto che gli appositi enti si bendino gli occhi e impugnino risoluti l’alabarda della legge dipende essenzialmente da cosa tu hai scritto sul tale social…

  2. Segnalalo allo studio legale in questione, ci penseranno loro… :P