il mio primo ebook

Non ho ancora capito bene il perché, ma sembra che quest’anno sia di moda scrivere ebook. Diciamo che il blog sembra così anni ’00, e quindi tutti si lanciano a fare qualcosa di nuovo. Non importa che nessuno abbia un lettore di ebook; quello è secondario. E chi sono allora io per esimermi, logorroico qual sono?
Potete così trovare – per il momento solo sul mio sito – un ebook dal titolo Matematica liofilizzata e dal sottotitolo “I primi cinquanta post sul Post”. Roba riciclata, insomma; la raccolta di quello che ho scritto sull’altro mio blog, riguardata e rimessa in sesto pensando appunto alla fruizione in un libro, ancorché elettronico. Garantisco che ho dovuto smadonnare più per l’impaginazione che per preparare inizialmente il testo.
I link? al momento sono questi:
* http://xmau.com/mate/liof/MatematicaLiofilizzata.epub per chi preferisce il formato ePub
* http://xmau.com/mate/liof/MatematicaLiofilizzata.mobi per chi ha il Kindle, e quindi Jeff Bezos gli vieta di leggere quello che dovrebbe essere il formato standard. (Il file è stato convertito automaticamente, non garantisco del risultato)
* http://xmau.com/mate/liof/MatematicaLiofilizzata.pdf perché il PDF bene o male lo leggono tutti.
Mi stamperò qualche copia su Ilmiolibro.it (mi costeranno 9 euro più spese di spedizione; se pensate che comprarlo da Feltrinelli costerebbe 13 euro e mezzo è già qualcosa) come sfizio mio, anche perché mi sa che non troverò un editore che rischi di pubblicare qualcosa che in rete può essere preso aggratis. Io credo che i due mercati siano ben distinti, ma fa lo stesso. Diciamo insomma che non sono ancora un vero autore, visto che non ho alcun libro pubblicato.
Buona (spero) lettura, e ditemi che ne pensate!

22 comments

  1. Il contenuto è di piacevole lettura. La trasformazione dei post in ebook non penalizza nemmeno il risultato generale, anzi. Ho avvertito la mancanza di qualche immagine, peró no formule o foto, ma una qualche vignetta di accompagnamento stile ellekappa o magari la copertina di Firminio (edizione Einaudi). Cmq interessante e soprattutto piacevole…

  2. Molto sinteticamente…
    Punti plus:
    Font chiaro e ben leggibile, con buona scelta del kerning.
    Impaginazione chiara e corretta per il format del libro.
    In sintesi: possibili difficoltà semantiche del lettore a parte, si fa leggere molto bene e si percepisce che è ben curato. Il testo è abbastanza chiaro, anche se immagno che un lettore molto casual certi passaggi li debba rileggere più di una volta, ma non lo ritengo un problema ma piuttosto uno stimolo. Bene! Bravo!
    Punti minus:
    Copertina orribile. Per un ebook non è un problema, perché il lettore lo scarica e lo legge comunque, ma stampato in libreria non invita praticamente nessuno a leggerlo se ci passa davanti.
    Link pubblicati con i link shortener: secondo me in un libro non ha molto senso. Il ranking dei siti non cambia, a differenza del blog. Poi hanno vita limitata. Mi dirai, anche i link reali: sì, però io posso partire dall’indirizzo vero per fare una ricerca di un simile o via cache se mi serve. Con lo shortener, no.

  3. @Luigi: ma a che ora vai a dormire?
    @blau: sono partito da un file xhtml che poi ho dato in pasto a Sigil per dividerlo in capitoli; il .css è un po’ strano perché ci sono versioni print, handheld e screen e soprattutto i link sono sempre scritti doppi, in modo che il pdf abbia i link scritti e l’epub quelli online. La fregatura è che non ho trovato un modo decente per passare da xhtml a odt (o rdf) per la versione da stampare.
    @peppe: grazie (anche per il post). Per le edizioni a stampa, il problema è trovare un editore che accetti l’idea che ci sia la versione elettronica gratuita. Secondo me non cambierebbe le vendite, ma chi lo può sapere?
    @pbm: su lampidistampa devo stampare 20 copie come minimo, e poi le devo spacciare. Mica è facile! (e se facessi una cosa del genere ci metterei su altri 50 euro e gli appiccicherei un ISBN 🙂 )
    @mestesso: non sono mai stato bravo a fare le copertine. Per i link, quello di mettere nella versione a stampa gli shortened è stata una scelta voluta; provaci tu a copiare a mano una stringona. Gli stessi link nell’ePub sono quelli reali.

  4. @.mau.:nella versione a stampa gli shortened è stata una scelta voluta; provaci tu a copiare a mano una stringona
    Non capisco bene “a mano”. Il cut&paste è “a mano” oppure no? Nella mia testa era solo un click, ctrl-c, click e e ctrl-v. Ma forse ci sono dei problemi con i sw per fare la versione stampabile?

  5. @mestesso: per me il pdf è un formato che va a stampa, non sul video. Ho eliminato i link interni apposta per avere una versione ottimizzata per la stampa… e il copincolla da un foglio di carta al pc non lo fai con ctl-c ctl-v.

  6. @.mau.: lo sai che l’80% della gente i pdf li vede a video, con cut&paste disponibile vero? Forse è meglio dire non versione PDF, ma versione PDF fatta per la stampa e (opzionalmente, se proprio ti fa schifo) versione PDF per il video.
    Meno paletti ci sono, meglio è (per la diffusione del testo) no?

  7. Bravo mau! Scaricato (in epub) e messo sul lettore: mi sembra che vada tutto benissimo (per ora parlo solo dal punto di vista tipografico, ma non dubito che i contenuti siano pure migliori).
    @mestesso: lo sai che l’80% delle statistiche sono inventate? 🙂

  8. @mestesso: quanti degli 80% che guardano il pdf a video vanno a cliccare sui link (almeno in testi come questo)?

  9. Bello, bello!
    Si vede che c’è così tanto lavoro per l’ebook in sè che è incredibile che il testo sia anche gradevole!

  10. oooops! ho visto adesso il tuo Cap.30, il Perelman non ti era sfuggito!

  11. per curiosità, dopo un anno ho fatto ripartire le statistiche: la versione pdf è stata scaricata 122 volte, l’epub da 26 e il mobi da 9.

  12. Volendo soddisfare anche la mia (di curiosità:D), quanto tempo è passato da quest’altra rilevazione:
    226 pdf (+104)
    40 epub (+ 14)
    20 mobi (+ 11)
    e da che data è disponibile il download?

  13. @Angelo: i dati indicati adesso sarebbero a stamattina, mentre quelli precedenti erano a venerdì.
    Però c’è un però: il file è a disposizione dal 30 settembre, e mi sono dimenticato di guardare le statistiche di settembre (anche perché confesso che era un anno che non mi funzionavano le statistiche, e non ho mai avuto voglia di vedere il perché). Guardando anche i dati del 30 settembre, i numeri totali sono i seguenti:
    pdf 1088 (862 il primo giorno)
    epub 144 (104 il primo giorno)
    mobi 64 (44 il primo giorno)
    Salgono i totali, ma le percentuali sono più o meno le stesse.