Maurizio Codogno

Sono nato a Torino il 5 maggio 1963 (evitare i commenti su "Ei fu", grazie), e sono laureato in matematica (chiamatemi pure matematto) e informatica. La laurea in matematica l'ho presa alla Scuola Normale Superiore, il che vuol dire che ad esempio sono stato più bravo di Massimo D'Alema che non l'ha terminata... anche se magari è solo perché io non mi sono mai messo a lanciare molotov.

Sono alto un metro e 92 e peso 84 Kg, un grosso miglioramento (?) dai tempi in cui pesavo 65 Kg per la stessa altezza... Sì, nel 1987 ero sceso a quel peso, senza nessuna ragione apparente. Da qualche anno tendo ad portare quel minimo di pizzo che riesce a crescermi, mentre la lunghezza dei miei capelli è piuttosto variabile, anche se non sono mai lunghissimi.

Che dire d'altro? Sono un tipo che probabilmente sta meglio da solo, anche se con gli anni ha imparato a restare almeno per un po' in compagnia. Penso che ci sia una correlazione tra il mio generale isolazionismo e il fatto che ho cominciato a girare in rete nel 1984. Non mi sono sbagliato a scrivere: era proprio la primavera del millenovecentoottantaquattro quando ho iniziato i miei collegamenti con gli USA.
Diciamo che forse con gli anni sono riuscito a essere leggermente più a mio agio con le persone in carne e ossa, ma non scommetteteci troppo.
È però vero che, anche se a quarant'anni suonati (per la precisione, il 15 novembre 2003), mi sono sposato. La mia gentil consorte si chiama Anna, per la cronaca. Il 20 agosto 2009 sono nati Cecilia e Jacopo, il che come può far capire significa la riduzione praticamente a zero del mio tempo libero.

Se giri un po' per le mie pagine - più correttamente: se ci girerai quando avrò finito di metterle a posto, non penso quindi per i prossimi anni - potrai trovare qualche altra traccia dei miei interessi. In ordine sparso, mi piace usare la bicicletta, suonare (male) chitarra e pianoforte, la Triplice B Musicale (Bach, Battisti e Beatles, in ordine alfabetico), giocare con le parole e la matematica, imparare nuove cose e poi cercare di spiegarle, anche se a dire il vero non sono molto bravo a farlo.
In realtà sono molto incostante: ho un indirizzo ICQ che non uso mai; mi si può trovare via Gtalk, ma in genere rifiuto tutte le richieste di contatto. Evito anche di farmi vedere troppo in giro... D'altra parte, in fin dei conti è un Problema Mio, non vostro!

PS: ricordo che ".mau." si pronuncia "puntomaupunto", e che il punto a destra è importante esattamente come quello a sinistra. Per maggiori informazioni, a suo tempo ho persino scritto le FAQ di .mau.. (visti i due "." dopo la "u"? Uno serve per finire ".mau.", e l'altro per terminare la frase.)


Ultima modifica: 25 ottobre 2009