Lampioni lampeggianti

Qualche anno fa Milano ha deciso di cambiare l’illuminazione pubblica e passare ai LED, con un costo iniziale che dovrebbe ammortizzarsi negli anni e sicuramente fornendo un’illuminazione molto maggiore. Sul primo punto non ho dati, sul secondo confermo che è così, tanto che ormai non è così inusuale trovare automobili che non hanno acceso i fari. La settimana prima di Natale è capitato anche a noi: tornavamo dall’Esselunga e a un semaforo siamo stati affiancati da un’auto della Finanza che ce l’ha segnalato.
Quello che però sta succedendo è che alcuni di questi lampioni cominciano ad avere dei problemi, e le luci si acccendono e spengono: capita per esempio in via Quadrio angolo via Farini e in via Airolo angolo via Fiuggi. Sono cose che capitano: però mi stupisce che non ci sia un sistema di segnalazione automatica e che non ci sia un modo semplice per sapere a chi segnalare le cose (A2A? Vigili? Comune?) Per la segnalazione automatica non posso farci molto, per quella manuale magari qualcuno tra i miei ventun lettori ha un’idea…

5 comments

    • Anche a me sembrava fossero telecontrollati, però sono mesi che lampeggiano e non è mai successo nulla.

      • In che senso? Una delle caratteristiche dei led è appunto la possibilità di lampeggio che le lampade a vapori non hanno, forse il telecontrollo è quello che serve a farli lampeggiare e quindi a ridurre ulteriormente il consumo, no?
        (Interessante osservare che il 5G oramai si associ solo alle applicazioni più cretine che la mente euro-markettara possa concepire, dalla teleguida ai più inverecondi scenari IoT. Era una dimensione di innovazione che non avevo previsto)

  1. Sul consumo ti posso dire che in altri comuni il piano di rientro era sui tre anni circa alias il risparmio sulla bolletta copriva tutti i costi di riconversione. Dal punto di vista tecnico ti posso dire che una torcia che uso con batterie stilo ha una potenza due volte superiore con una durata un poco superiore chi ha fatto misure circa il 20%.

  2. AH ecco allora non sono io che inizio con l’arterio dovevano essere telecontrollati. Sui consumi ricodo che non erano il solo fattore di risparmio, anche la durata e quindi nimor pmanutenzione e cambio dei componenti stessi aiutava parecchio. Il tutto è stato fatto da A2A con un suo investimento il comune non ha messo nulla, o meglio credo che per qualche anno paga una bolletta ridotta solo in parte e poi a regime molto meno.