User Tools

Site Tools


parole:radice

radice

Questa volta sono arrivato a un punto morto (nessun gioco di parole implicato). In effetti, la parola “radice” ha sicuramente una sua origine latina: radix, -icis che sembra derivare dallo stesso ceppo di “ramo” ed è subito entrato nell'italiano, già a metà del XIII secolo.

Ma anche il significato di “radice” imparato a scuola, quello insomma di “radice quadrata, cubica” cioè del numero che elevato al quadrato o al cubo dà il numero iniziale, ha più di sette secoli di vita nella lingua italiana. La prima citazione attestata in italiano è infatti «Lo numero del tre è la radice del nove, però che sanza numero altro alcuno, per se medesimo fa nove, sì come vedemo manifestamente che tre via tre fa nove» ed è tratta nientemeno che dalla Vita Nuova di Dante!

A questo punto immagino che il significato matematico arrivi attraverso il senso figurato di “origine”; pensando come i greci antichi, dove il quadrato e il cubo di un numero erano delle entità fisiche vere e proprie, il segmento che le generava era in effetti la loro origine, quindi la loro radice. Sarebbe interessante sapere se già in greco o in latino esistesse il termine.

Nei secoli, poi, i matematici come al solito hanno iniziato a usare la parola a loro piacimento: è abbastanza moderno il parlare di radice numerica per indicare il numero ottenuto sommando le cifre di quello dato e ripetendo l'operazione finché non si ottiene una singola cifra, mentre è del '700 l'introduzione del termine radicale, che non c'entra con Pannella ma riguarda le soluzioni delle equazioni usando solamente le quattro operazioni e l'estrazione di radice n-sima.


quadruplicare - (↑ indice) - razionale

parole/radice.txt · Last modified: 2010/12/01 13:45 by xmau