User Tools

Site Tools


parole:integrale

Differences

This shows you the differences between two versions of the page.

Link to this comparison view

parole:integrale [2011/11/23 21:38] (current)
xmau created
Line 1: Line 1:
 +=====integrale=====
  
 +In analisi matematica, anzi più correttamente nel calcolo infinitesimale,​ si parla di derivata e integrale. La derivata non dà nessun problema di etimologia: è una funzione "​derivata"​ da quella originale. Però, per uno di quei casi che possono capitare nelle scienze, l'​antiderivata non si chiama antiderivata ma **integrale**,​ cosa che in parte rispecchia il fatto che i matematici si sono accorti solo dopo un po' che le operazioni di derivazione e integrazione,​ a prima vista così diverse, sono l'una l'​inverso dell'​altra. Ma cosa c'​entra l'​operazione matematica dal simbolo ∫ con la farina integrale, o se per questo con l'​edizione integrale delle opere di un autore?
 +
 +Inutile rimarcare che la prima accezione a essere usata nella lingua italiana è quella di tutti i giorni: intorno al 1350 la parola "​integrale"​ entra nel nostro lessico, con il significato di "​intero,​ totale"​. Non che il termine latino //​integralis//​ sia così antico: la prima sua attestazione risale infatti al VI secolo, in un commento a Cicerone. Mi chiedo chi avesse ancora voglia di commentare Cicerone in quel secolo di invasioni... Naturalmente //integer, integri// è invece già presente nel latino classico, e - colpo di scena! - ha la stessa radice di [[parole:​tangente|tangente]]. In pratica significa "che non viene toccato",​ immagino nel senso che non viene diviso in frazioni o chissà cos'​altro. Gli inglesi continuano a dire "​integral numbers"​ per "​numeri interi",​ e così di quando in quando capita che qualche casa editrice pubblichi libri in cui si parla di "​numeri integrali",​ suscitando probabilmente ammirazione tra gli innumerati che si chiederanno chissà mai quale arcano concetto è sotteso.
 +
 +Il passaggio di "​integralis"​ all'​operazione nel calcolo infinitesimale è merito di Jakob Bernoulli, che usò il termine nel 1690. Immagino che, più che il significato di "​intero",​ lui ci vedesse quello di "​totale";​ in fin dei conti l'​integrale definito è proprio l'area totale racchiusa da una parte della funzione di partenza. Ci volle mezzo secolo prima di vedere la parola in italiano: nel 1742 Luigi Guido Grandi e nel 1748 [[http://​it.wikipedia.org/​wiki/​Maria_Gaetana_Agnesi|Maria Gaetana Agnesi]] parlarono di "​calcolo integrale"​ (quindi usandolo come aggettivo) e nel 1754 Jacopo Riccati lo usò come sostantivo. Da allora in poi i due significati se ne sono stati ben alla larga uno dall'​altro!
 +
 +----
 +
 +←[[parole:​incommensurabile]] - [[parole:​|(↑ indice)]] - [[parole:​iperbole]]→
parole/integrale.txt · Last modified: 2011/11/23 21:38 by xmau