User Tools

Site Tools


parole:fattore

fattore

Il termine “fattore” fa probabilmente venire in mente il contadino che aveva una fattoria (ia, ia, oh!), o almeno lo faceva venire in mente fino a qualche decennio fa; ora non ne sarei più così sicuro. E in effetti, l'etimologia è proprio quella: il termine deriva dal latino “factor”, “fabbricatore”. Nell'antichità industrie non ce n'erano, solo artigiani, e dunque un posto dove si producevano tante cose era per definizione una “fattoria”. La prima occorrenza in italiano della parola “fattore” col significato di “amministratore di un'azienda agricola” risale addirittura al 1288!

Non che il termine nel senso matematico sia poi così posteriore: già nel 1292 qualcuno ha pensato che i numeri che fabbricavano (facevano) il prodotto potessero essere tranquillamente chiamati fattori. Il bello è che non è stato un matematico a usare per la prima volta questa parola - anche perché nessun matematico avrebbe usato il volgare. Non ci crederete, ma la prima occorrenza matematica della parola si trova in… Dante. Sempre lui, inutile: non possiamo farne a meno. Mi resta comunque una curiosità: nelle locuzioni “il fattore K” e simili, mi chiedo se “fattore” arriva direttamente dal significato etimologico, oppure c'è stato un qualche passaggio attraverso la forma matematica a cui è stato nuovamente dato un significato generico.

Per curiosità, aggiungo che “fattoriale”, quell'operazione che a partire da un numero ne ottiene uno molto più grande moltiplicando tra loro tutti quelli da 1 fino a lui, deriva sì da fattore, ma con un giro tortuoso: in effetti, la prima occorrenza del termine (nel 1892) aveva il significato “che si riferisce a un fattore”.


equazione - (↑ indice) - frazione

parole/fattore.txt · Last modified: 2010/11/29 16:47 by xmau