Sunday, 19 November 2017
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Un saluto a tutti i lettori…:... che hanno comprato la versione "edicola" di Matematica in relax. Se avete domande potete tranquillamente farle, se saprò rispondere risponderò altrimenti dirò che non so rispondere. (una cosa bella ...
  • _Matematica in relax 2_ è su Amazon!:Cari tutti, è arrivato il momento che aspettavate (forse) da sei anni. Il seguito di Matematica in relax è disponibile in formato cartaceo su Amazon: qui ci sono i link ...
  • _Matematica in relax_ nella collana Hachette di giochi matematici: C'è ancora qualcuno che legge questo blog? Bene, sappia che venerdì 20 ottobre il nono numero della collana "Sfide e giochi matematici" di Hachette sarà la riedizione di Matematica ...
  • Dati di vendita:Per i curiosi, nel 2013 sono state ancora vendute 230 copie di Matematica in relax, e ne sono state mandate al macero 26 fallate. Rimangono ancora 258 copie a magazzino: ...
  • concorro al premio Peano 2011:Come potete vedere qui, il mio libro è tra i tanti che concorrono all'assegnazione del premio Peano 2011, indetto dall'associazione torinese Mathesis. Se andate su questa pagina e avete voglia, potete ...
Home » nel mondo reale » concorro al premio Peano 2011

Recensione su nybramedia.it

Armando Adolgiso, nel suo sito Nybramedia, racconta di tante cose. Una delle sezioni è Cosmotaxi, che (Armando stesso spiega) «presenta tutti i giorni notizie – avvalendosi anche di dichiarazioni di autori – su pubblicazioni editoriali (poesia lineare esclusa), discografiche, mostre, concerti, novità teatrali e cinematografiche, rassegne, convegni umanistici e scientifici.»

Non so cosa sia la poesia lineare, ma so che oggi Cosmotaxi presenta la recensione di Matematica in relax, compresa di intervista in due domande al sottoscritto!

3 commenti per ora.

  1. lo scorfano says:

    L’aneddoto finale, che non conoscevo, è strepitoso. La tua risposta su come viene insegnata la matematica a scuola è perfetta. Sul fatto che in un’interrogazione di italiano ci si possa arrampicare sugli specchi avanzo invece le mie perplessità.

  2. .mau. says:

    non certo in un’interrogazione di grammatica, ma se si parla di letteratura uno bravo ce la può anche fare. Se vuoi è poi la solita storia; uno farebbe meno fatica a studiare, ma è una questione di principio.

    Aneddoto mio: all’inizio nei compitini scritti di storia dell’arte al liceo mi preparavo tutti gli appunti nei microfoglietti; poi ho capito che facevo più in fretta ad appiccicarmi un po’ di nozioni…

  3. lo scorfano says:

    Vabbè, domani che ho tempo mi metto lì e provo a scrivere perché, secondo me, è una leggenda quella secondo cui si può inventare qualcosa in un’interrogazione di letteratura (una mia interrogazione di letteratura, s’intende… 😉 )