Come pagare due volte il bollo ACI

Tre anni fa abbiamo acquistato la nostra automobile di seconda mano: era un’auto aziendale immatricolata in Spagna per cui ci hanno fatto un prezzaccio. Sono andato a una sede ACI distaccata, ed essendo giugno ho pagato il mio bel bollo con scadenza maggio. Tutto bene per due anni: a fine maggio-inizio giugno Regione Lombardia scriveva ad Anna per ricordarle di pagare, io andavo al bancomat e pagavo.

Quest’anno non è arrivata la lettera. Io non mi ero ricordato di far partire la richiesta di pagamento via addebito su conto, e quindi non mi sono preoccupato più di tanto della cosa. Solo che quando sono andato a fine mese al bancomat per pagare, mi è arrivata una pernacchia e mi è stato detto di andare direttamente a pagare. Oramai giugno era terminato; quindi con un po’ di calma venerdì scorso sono andato alla sede distaccata ACI per pagare. Mi si dice che a inizio anno la regione ha riordinato tutte le scadenze del bollo, e quindi la scadenza per la nostra auto non è più maggio (immatricolazione in Italia) ma marzo (prima immatricolazione in Spagna). Vabbè, pago il bollo auto: ci sono sei euro di mora, il che mi pare corretto visto che la “mia” scadenza l’ho saltata. Il problema pratico è però che io ho pagato fino a marzo, e quindi due mesi sono pagati doppi. Forse (forse) se vado alla sede centrale ACI di via Durando potrò fare qualcosa, ma quella è una bolgia dantesca: non so se valga la pena di perderci almeno una mattinata per una sessantina di euro. Il tutto non è una bella cosa, non trovate?

7 comments

  1. (sì, lo so che il bollo è una tassa automobilista regionale e l’ACI è solo il riscossore, e quindi la colpa non è loro ma di Regione Lombardia. Ma comunque non posso mica andare al Pirellone o al Formigonio, no?)

  2. Telefona a Fontana 😀
    Battute a parte, non capisco cosa c’entri la prima immatricolazione: ora la tua auto è immatricolata a Milano, giusto? Quindi è lombarda a tutti gli effetti.

    • No, la cosa in effetti è alla rovescia. Nel bollo 2017 c’è scritto “immatricolazione maggio 2014 (che è quella spagnola), adesso c’è “aprile 2015” (che è quella italiana). A questo punto però mi chiedo se la prima revisione è quest’anno (e quindi siamo in ritardo) oppure l’anno prossimo (il che non ha un grande senso)

      • La data della revisione parte dalla immatricolazione italiana.
        Normativamente parlando la tua macchina non esiste prima di quella data.

  3. apro e posito: la ricevuta dà 269,61 euro di tassa (ok), 4,49 euro di sanzione (ok), 0,15 euro di interessi (ce la posso fare), 1,87 euro di costo esazione (si sa…) e 20 centesimi di oneri transazione elettronica. Altro che la link tax.

  4. ma perché non fai anche tu la domiciliazione del bollo?
    Non solo eviti questi problemi, ma ti fanno pure il 10% di sconto!

    • come ho scritto, l’anno scorso non avevo guardato bene la lettera che lo spiegava, e quest’anno l’ho fatto troppo tardi 🙁