Perché tanto odio?

Ieri sera abbiamo ricevuto una chiamata da un numero sconosciuto. Ha risposto Anna, e una signora (con forte accento napoletano, capirete dopo il perché è importante) le ha detto che la nostra promozione Tim era quasi scaduta. Anna è subito salita da me dicendo (con voce un po’ troppo stentorea, in effetti) “Mau! Qui mi stanno dicendo una cosa incredibile! La nostra promozione Tim è quasi scaduta!” al che io rispondo “Mannò, mi sembra strano. Chiedi quale sarebbe la promozione”. Risposta: “Tim Smart Casa”. Mia controrisposta “no, guardi, quello non è il nostro contratto. È possibile che ci sia stato un errore, chiedi che ricontrollino”. La tipa ha detto che “al terminale dice questo”, Anna ha continuato sempre con la voce falsamente stupita, e alla fine quella le ha sputato una raffica di insulti in napoletano stretto e ha buttato giù.

Immagino che gli insulti siano dovuti al fatto che abbiamo fatto durare la telefonata troppo tempo, anziché buttare giù subito noi, e quindi abbiamo ridotto il guadagno della telefonista: non ho nessun problema a confessare che la cosa non mi fa sentire affatto in colpa. Non mi chiedo nemmeno come mai queste sedicenti “aziende” il cui unico scopo è carpirti il codice per il cambio operatore in bolletta siano ancora presenti sul mercato: ormai sono disilluso. L’unica curiosità che mi resta è capire se questa gente prova numeri a caso, perché finché lo fanno con mia mamma quasi ottantenne è un conto, ma con i cinquantenni forse le cose sono un po’ diverse anche per loro… (I trentenni probabilmente non hanno una linea telefonica fissa 🙂 )

9 comments

  1. Non fanno numeri a caso nel senso che hanno degli elenchi presi chissà come. Il modello economico è lo stesso dello spam via e-mail: con il voip il costo delle telefonate è bassissimo. Un pollo preso ripaga 1000 telefonate a vuoto (ordine di grandezza). Quindi si fa.
    Ovviamente il costo maggiore è la manodopera (la telefonista) ed il meridione è una fucina di manodopera a basso costo. Anche io mi incazzerei a fare un lavoro del genere per campare.

    Io tengo anche a sottolineare che come al sollito gli USA sono avanti dieci anni. Basta vedere lì la guerra dei servizi telefonici come è andata a finire.

  2. Se hai il numero di telefono pubblico, non nascosto dagli elenchi telefonici, puoi iscriverti al registro delle opposizioni (registrodelleopposizioni punto it). Il numero di telefonate si ridurrà drasticamente e ai pochi che ancora chiameranno basterà dire che sei iscritto e butteranno giù loro la telefonata.

    • Il nostro numero non è pubblico ma è stato riciclato (noi abbiamo questo contratto da un anno)

      • ok, dalle FAQ del sito: “Il Registro è rivolto esclusivamente agli abbonati – sia persona fisica sia persona giuridica, ente o associazione – il cui numero telefonico è presente negli elenchi telefonici pubblici.”

        • Il problema del registro delle opposizioni è che serve a poco, credo per un motivo ben preciso. L’autorizzazione privacy non ha scadenza e il numero di telefono può essere (stato) essenziale per il servizio.

          Es. all’alba della liberalizzazione TLC avevo dato il consenso ad un operatore che nel frattempo ha cambiato nome/sede/proprietà n volte. Non mi sono mai “disiscritto” dal servizio perché non è necessario farlo. Eppure il consenso privacy è ancora perfettamente utilizzabile a meno che non mandi una raccomandata a non neppure so chi.

          Non mi pare che la legge preveda un obbligo di “rinfrescare” il consenso pena decadenza automatica. Pertanto, se non sbaglio, gli antichi consensi/elenchi clienti sono un prodotto vendibile e scambiabile all’infinito senza, in pratica, nessuna possibilità di controllarli.

          O sbaglio?

          • purtroppo penso che sia così. Ecco perché mi sto spostando sulle risposte creative 🙂

          • Per me l’iscrizione è stata utile, le telefonate ricevute sono diminuite molto, poi YMMV ovviamente

  3. Non ho ancora capito perché sui telefoni fissi non venga implementato in qualche modo brillante il sistema di blacklist/whitelist.
    In un mondo ideale mi attenderei uno squillo particolare e un messaggio a video tipo “chiamata da numero sconosciuto – accetti?”. E dopo, la possibilità di configurare quel numero antipatico in modo da non essere più richiamato.