Disfatta

Adesso diranno che però hanno riconquistato Lecce e Padova. Ma resta un fatto: Genova è passata alla destra, così come Sesto San Giovanni, la ex-Stalingrado d’Italia (quantunque in effetti anche in Russia oramai…). Nemmeno ai pentastellati, cosa che avrebbe potuto far dire “sì, ma la destra ha voluto votare contro di noi”. A Radio Popolare sentivo la candidata sindaco lamentarsi che il problema era nazionale. Palle. Quella di Genova era una sconfitta annunciata, lo sapevo persino io che a Genova non ci vivo. Tutt’al più il problema è anche nazionale, ma se sul territorio ci fosse gente tosta il risultato sarebbe stato diverso.
Quello che è successo è che l’elettorato di centrosinistra se ne è stato a casa, perché non vedeva nessun vantaggio ad avere un sindaco formalmente dei loro. (Quelli di sinistra se ne sono stati a casa, ma tanto contano come il due di picche con briscola cuori). Vedremo cosa succederà al Nazareno 🙂

2 comments

  1. Solo a me sentire parlare di picche e cuori connessi alla briscola fa venire un brivido alla schiena?

    • ori e bastoni li uso solo per giocare a scopa con le carte trevisane, mi spiace.