Viviamo in un mondo difficile. Se uno ha scritto un libro di divulgazione matematica, rischia di non trovare nessuno che glielo recensisca sui giornali, perché la matematica è troppo astrusa. Quindi il poveretto deve fare tutto da solo. Ecco perché mercoledì, mentre stavo andando a Settimo Torinese a promuovere Matematica in pausa pranzo – ah: per la cronaca ecco le prove – sull’inserto TuttoScienze della Stampa è stato pubblicato un mio articolo, nel senso di 4500 battute scritte da me (non c’entro su titolo e occhiello, come sempre). Lo potete trovare sul sito della Stampa. Non domandatevi come mai l’articolo sembra più legato a Matematica in pausa caffè, però 🙂