Monthly Archives: January 2010

CTL-ALT-DEL: Alta Velocità

Altavelocita

I monitor di Trenitalia (o RFI? o Ferrovie dello Stato? mica sono più riuscito a capire chi faccia cosa) con il monoscopio sono un classico, e non varrebbe nemmeno la pena di farne vedere altri. In questo caso però vorrei segnalare come l’Alta Velocità buchi persino il monoscopio! come vedete, lo schermo in alto ha i dati di indirizzo IP e netmask, ma invece del monoscopio ha la pubblicità dell’AV. È una cosa insomma che è ben ferma nei pensieri delle ferrovie…

(foto scattata in Stazione Centrale a Milano il 27 gennaio 2010)

ERORI: afds sdf g

Asd

Ivo mi segnala questo articolo del Corsera di qualche giorno fa, sul salvataggio dopo il terremoto di due bambini haitiani da un team con uno dei membri di origine italiana (sono cose).
La gioia del salvataggio non deve proprio aver fatto pensare al fatto che c'era anche un titolo da scrivere, come si può vedere… Ma anche l'URL della pagina, con titolo "mario prova", la dice lunga.

ERORI: Braintrainer

Braintrainer

Lunedì scorso il Corriere della Sera (che mi ero sbirciato al bar mentre facevo la sacra Colazione del Lunedì, appunto) aveva una pagina di pubblicità per le iniziative editoriali correlate. Tra le uscite c'è BrainTrainer, quella roba che serve per mantenere la mente in allenamento. Ora non so se la cosa sia stata fatta per vedere se appunto i lettori erano attenti, ma – come potete vedere nell'immagine – la didascalia non c'entra nulla con il libro+dvd, ma è una copia di quella del CD di classica sulla destra. Peccato: sulle prime mi ero chiesto cosa avrebbe potuto fare Barenboim per i miei neuroni…

CARTELLI: Tappetti mobili

Tappetti

Durante i lavori nella Stazione Centrale di Milano erano stati messi dei cartelli provvisori per spiegare alla gente qual era il sistema migliore per perdere una caterva di tempo e salire al piano binari. L’idea era prendere i tapis roulant che sono stati installati… pardon, i tappeti mobili perché noi siamo autarchici e parliamo italiano.
Però, oltre che lenti, questi tappeti mobili devono essere anche piuttosto bassi, visto che li hanno chiamati tappeTTi mobili…

(foto scattata il 2 novembre 2008)

(i miei cookie)