Orwell Y2K #12: aggiustamento percentuali

Pietro mi ha segnalato questoarticolo, dove ci viene spiegato che le perdite dei quotidiani sono cresciute del 100% mentre gli utili si sono ridotti del 30%. La cosa mi pare un po’ poco sensata, ma di quello parlerò nel mio blog ufficiale: qui volevo far notare la differenza tra la versione attuale dell’articolo (seconda figura) e quella originale (prima figura).

Visto che una perdita del 100% significa l’azzeramento, sarebbe stato un po’ più complicato chiedersi come mai ci fossero ancora dei quotidiani…

Giornali1Giornali2

2 Comments

  1. Reply
    Carlo Felice Dalla Pasqua April 22, 2009

    Maurizio, azzardo una spiegazione: "le perdite dei quotidiani sono cresciute del 100%" significa che sono passate – faccio cifre a caso – dal 20 per cento del mese precedente al 40 per cento.Ecco, io ho provato una difesa d’ufficio, dopodiché non escludo che la realtà sia quella che hai scritto tu, ossia che ci sia chi con i numeri non ha neppure la confidenza di un bambino di seconda elementare (esistono ancora le scuole elementari? Sai, con tutte queste riforme mi sono perso: io in seconda elementare facevo anche l’esamino finale…)

  2. Reply
    maurizio codogno April 22, 2009

    Infatti la seconda versione dell’articolo è tecnicamente corretta, anche se un po’ strana: le perdite sono aumentate del 100% cioè raddoppiate.Ma la prima versione, dove il 100% di perdita è assoluto, non sta né in cielo né in terra… e infatti qualcuno se n’è accorto e ha corretto.Mi dicono che adesso c’è la scuola primaria: comunque ti ricordo che siamo coetanei e l’esamino di seconda l’ho fatto anch’io!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

(i miei cookie)